arte della salute

“La natura è sovrana medicatrice di tutti i mali.


Primo, non nuocere.


L’aria pura è il primo alimento e il primo medicamento.


Più dai cibo ad una persona malata, più le nuoci.


Il tuo cibo sarà la tua medicina, la tua medicina sarà il tuo cibo.


Nessun veleno serva mai a curare un malato.”

Ippocrate

La medicina moderna, quella dei farmaci e degli interventi chirurgici, è figlia della rivoluzione industriale, e purtroppo delle lobby del petrolio che hanno fatto fortuna nell’ultimo secolo di storia moderna.

Agli inizi del secolo scorso, le principali scuole di Medicina ricevettero l’appoggio economico delle ricche famiglie di petrolieri che stavano creando il nascente mercato dell’industria farmacologica, tra cui i Rockefeller e i Carnegie, in cambio di poter partecipare all’orientamento educativo degli Istituti.

A conseguenza di ciò, da allora fino alle Università di Medicina di oggi, è prevalsa l’impostazione ideologica secondo la quale è più importante eliminare il sintomo con un farmaco (venduto a caro prezzo) piuttosto che cercare le cause della malattia.

C’è il proverbio anglosassone «A pill for every ill», una pillola per ogni malanno: ogni malattia richiede l’appropriata pillola, e più malanni ci sono più pillole si venderanno, e più si sopisce il sintomo senza rimuovere la causa più si rimane malati… o ci si aggrava.

i medici iniettino glucosio radioattivo per cercare i tumori con la PET. In pratica cerchiamo le masse tumorali osservando dove il Corpo consuma una quantità anomala di zucchero e poi consentiamo ai malati di nutrire direttamente i tumori che cerchiamo di ridurre con i farmaci!

tutti i malati che hanno mostrato quella che i medici chiamano «remissione spontanea» sono transitati da un profondo cambiamento nella sfera psico- spirituale e nel regime alimentare.

Ovviamente tu devi anche voler guarire, lo vuoi davvero?